Cataldo Zaza

E’ uno dei miei preferiti. Incarna alla perfezione il candidato tipo del centrodestra.

– Eletto consigliere comunale tra le fila di Rinnovamento Corato (qui il santino dell’epoca) dopo una querelle con Riccardo Porro  e con tanto di ricorso al TAR per impugnare i risultati elettorali e il riconteggio dei voti che lo ha portato alla elezione con uno scarto di 4 voti.

– Dopo quasi 3 anni si proclama indipendente, ma è tutta una manovra per abbandonare Rinnovamento e passare al PDL nel 2011. Perentoria la nota di Rinnovamento con la quale si commentava l’accaduto: (tratto da Coratolive.it) “Quindi il cambio di casacca nasconde tante altre verità e non la tanto millantata mancanza di democraticità che in Rinnovamento Corato sicuramente non manca e le tante iniziative sino ad ora portate avanti da tutti gli associati, lo stanno a dimostrare. Il tempo saprà valutare le scelte fatte da chi è andato via, tradendo quei candidati di Rinnovamento Corato che, con i loro voti, hanno contribuito all’elezione di Zaza e Cannillo i quali con poco più di 100 preferenze –conclude la nota del partito – hanno ottenuto il loro posto in Consiglio Comunale”.

zaza

Adesso quindi me lo ritrovo fuori al comitato elettorale di Franco Caputo. E starei ad osservarlo per ore, nel suo modo di fare campagna elettorale. Scruta l’orizzonte nell’attesa che la macchina di qualche conoscente passi sul corso. Non curante della fila che puntualmente si forma dietro e di qualche tamponamento che sarebbe potuto esserci, ferma la macchina del conoscente quasi buttandosi sotto. Una volta ferma gli dice “uè… ciao… posso lasciarti una cosa?” e gli rifila il suo santino… la scena si ripete per 3-4 volte e mentre aspetto mia moglie nelle vicinanze il tempo passa come niente ad osservare questi sketch. Ma la chicca è in agguato. E puntualmente arriva. Gli si avvicina una conoscente, a piedi. Lui la ferma, ci scambia due parole e – zac – gli rifila il santino. E quando la signorina, che evidentemente non ha intenzione di votare per Franco Caputo come sindaco gli chiede: “Ma si può fare il voto disgiunto?”  Non vi voglio dire la faccia del candidato….

Annunci

5 thoughts on “Cataldo Zaza

  1. Caro Pippo, ci chiedevi quale secondo noi, sarebbe stato il Pino Picca di questa campagna elettorale. Ebbene, io dico che il nuovo Picca, E’ Zaza, stile identico, stesso partito…

  2. x Mimmo: vergogna!!! E’ evidente che lo avete picchiato troppo poco. E poi le conseguenze le paghiamo noi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...