Lasciare l’impronta. Non importa dove, l’importante è averla lasciata.

Sappiamo tutti che il senatore Gino Perrone aveva promesso a Pasquale Tarantini il posto di sindaco dopo il suo abdicare per candidarsi al senato. La storia recente invece narra di lotte intestine all’interno della coalizione del centro destra e fino all’ultimo il nome del candidato da contrapporre al vincente delle “primarie fantasma” del centro sinistra tra Renato Bucci  e Tommaso Loiodice, è stato un mistero.

apporre mani

Una leggenda metropolitana narra addirittura che siano volate parole grosse prima dell’intervento – dall’alto dei cieli – di Fitto che ha poi “convinto” Tarantini a segnare il passo al più lanciato Franco Caputo.

Ed eccoci qui a commentare l’apertura del comitato elettorale del centro destra, che ha incentrato la sua campagna elettorale sulle mani. Le mani degli elettori. E una trovata alquanto scenografica è stata quella di far lasciare il segno a tutto coloro che martedi 23 si sono recati all’inaugurazione del comitato. Ci si sporcava le mani e si lasciava il segno. In una specie di metafora della vita politica. Comunque sembra che anche il buon Pasquale Tarantini abbia voluto lasciare il suo segno nella serata di festa per il candidato che ha preso il suo posto. E che segno!!!

caputo schiaffi

Annunci

One thought on “Lasciare l’impronta. Non importa dove, l’importante è averla lasciata.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...