L’evoluzione della specie: Pasquale Tarantini

Header

Il santino elettorale è diventato ormai la nostra memoria storica per quanto riguarda le campagne elettorali negli anni. Attraverso i santini si riprercorronoi cambi di casacca dei vari candidati, il mutamento delle mode e del look. Si ripercorre una vera e propria evoluzione del candidato, anche nei suoi tratti fisici, dal momento che “i pupi nel teatrino” sono spesso gli stessi con l’eccezione di qualche meteora  che ci ha regalato perle tramandabili ai nostri figli. Lo scopo di questa pagina sarà quello di rileggere in chiave storica i santini elettorali che ad ogni elezioni hanno riempito le nostre cassette postali.pasquale tarantini 1997 Vedremo chi è rimbalzato da destra a sinistra come una pallina di ping pong,e ci soffermeremo su cravatte psichedeliche ed abbigliamenti degni dei più discutibili personaggi televisivi. Non trascureremo chi, nel corso degli anni, è rimasto quello di 20 anni fa… con le stesse borse sotto gli occhi, probabilmente dovute ad un eccessiva permanenza sul solitario del Windows 98, e con la medesima stempiatura che lascia pensare che si sia trovato il rimedio per bloccare la caduta dei capelli, ma non ancora quello per la ricrescita… E con chi cominciare la nostra rubrica  mensile se non con il Presidente del Consiglio Comunale? Insomma sembra che il buon Dott. Tarantini sia stato ibernato 10-15 anni fa. Non una ruga in più, non un capello grigio in più, o un capello in meno rispetto a quella che credo sia una delle sue prime apparizioni sui santini elettorali. Forse il baffo sembra un po’ più nero rispettopasquale tarantini provinciali 2010 al santino in cui scruta l’orizzonte con i suoi discepoli, ma sulla originalità di quel colore non ci metterei la mano sul fuoco… Ai tempi di “Impegno per Corato” ci hanno regalato una foto storica, con un gruppo nutrito di giovani coratini (tra cui riconosciamo alle spalle del candidato un giovane Gigi Marzullo) che cammina deciso nella direzione indicata dallo sguardo ferreo del loro mentore. Il candidato sindaco è un “punto fermo” in quella che è l’andatura spedita dei giovani verso il futuro.  Ma l'”Evoluzione della Specie” non termina qui: dopo una serie di santini formali e seriosi, si arriva alla campagna elettorale per le provinciali del 2010. Il partito è diverso, ma la strategia grafica adottata è la stessa, con tutti i consiglieri e i candidati alle comunali 2008 ex UDC schierati a dar manforte al candidato, uniti – tutti per uno – tutti per lui.

(articolo pubblicato su  , Aprile 2011)

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...