Cataldo Strippoli

L’uomo dello Zinnannà (non me ne voglia il bar coratino se ho preso in prestito l’intercalare che hanno usato per dare il nome al locale, è tutta pubblicità). Quando vedo Cataldo Strippoli vedo una persona piena di “PRISCIO” uno che non demorde mai… nonostante venga sempre bastonato nelle sfilate carnascialesche ogni anno si ripresenta con un carro ancora più mastodontico del precedente… e tutta la sua campagna elettorale mi sembra incentrata sul “far festa ad ogni costo”. Alla presentazione risate per tutti con Uccio de Santis, per la festa della mamma grande festa organizzata con niente di meno che i Sempreverde… certo che Ruvo sta vivendo un nuovo Rinascimento da quando l’uomo dello zinnannà ha gettato la rete sugli elettori ruvesi… altro che Lorenzo il Magnifico, qui abbiamo Cataldo ù prisciannar… ma di programmi politici (a parte quello dello spot in cui Raffaella – impiegata – ripercorre la Corato-Bisceglie chiedendo strade piu sicure) sul blog nemmeno l’ombra…

IMG_0007

Annunci

14 thoughts on “Cataldo Strippoli

      1. Beh, intanto prima c’era stata la presentazione del candidato con l’illustrazione delle linee del programma.
        Poi un conto è la festa organizzata con i soldi del partito (che poi sono anche tuoi) ingaggiando il barzellettiere e pagandolo profumatamente, un conto è una due giorni organizzata completamente da un gruppo di ragazzi e, BADA BENE, autofinanziata attraverso il reperimento di soldi tramite sponsor e lotteria, che non sono certo soldi di partito e quindi anche tuoi e miei.
        Saranno pure dettagli ma alle volte sono proprio i dettagli a far la differenza. Con il dato aggiuntivo che nessuno s’è venduto per un piatto di orecchiette. Anche perchè dalle parte mie i voti si guadagnano, non si comprano……………..

    1. Ringrazio personalmente questo spazio web che così minuziosamente analizza la situazione attuale. E’ comunque giusto chiarire, altrettanto minuziosamente, che prima di quella data c’era stata già una serata di presentazione alla stampa al Nichotel dei candidati della “Primavera in Movimento” con il loro programma per la Provincia.
      Dopodichè, veniamo alla serata di Ruvo. Ecco uno scorcio della dichiarazione che ho rilasciato al periodico “Piazza Sedile” di prossima uscita: «La presentazione svoltasi in Piazza Castello a Ruvo di Puglia sabato 19 Aprile è stata volutamente diversa dalle altre. Infatti mi sono presentato insieme al Presidente Vincenzo Divella per prendere impegni seri con i cittadini di Ruvo, impegni volti al miglioramento infrastrutturale (come ad esempio quello della Corato-Ruvo-Bisceglie o della Ruvo-Molfetta), economico, oltre a numerosi incentivi e sostegni.
      […]
      Con loro e il Presidente Divella ho voluto condividere un momento scanzonato e di spettacolo di Uccio De Santis, che vorrei ringraziare insieme a tutte quelle centinaia e centinaia di persone che erano presenti.»
      – Vi evidenzio a totale carico personale e non di bilanci pubblici o di partiti –
      «E’ inutile parlare tanto politichese, meglio dire poche cose sincere e bene, come dicono i nostri saggi anziani.
      È quello che abbiamo pensato tutti insieme quella splendida sera in piazza.»
      Il programma c’è, si vede e i ruvesi presenti quella sera sono sicuro se lo ricordino: d’altrocanto, è uno dei pochi presenti in questa campagna…
      Certo, non è ancora pienamente consultabile nè sul mio blog nè su Facebook perchè volevo realizzare un video per riassumerli…ma per varie cause non è stato ancora possibile: perciò – ringraziandoVi ancora per il Vs. preciso appunto di internauti – rimedierò al più presto con la lista degli impegni con Divella presa davanti a tanta gente e nelle interviste tv.
      Dimenticavo: mi son permesso di linkare questo sito. Inoltre, Vi invito a cercarmi su Facebook per postarmi ciò che volete…anche proposte.
      Con la disponibilità di sempre,

      Cataldo Strippoli

  1. Caro Cataldo, naturalmente un sincero in bocca al lupo per le elezioni! Vorrei anche esprimere la mia idea (nella speranza che possano esserTi utili, visto che ci inviti a far proposte) su tre punti: 1) una serata in piazza con un comico non è molto diversa dalle altre. Se si ha bisogno di un comico per riempire le piazze, meglio evitarle e dosare le proprie forze in altro modo. 2) Un programma del singolo candidato o, come sembra Tu abbia fatto, di una delle liste che appoggiano il candidato alla presidenza, è poco credibile, nella misura in cui tale programma, se si vince, dovrà confrontarsi con i programmi, sostanzialmente simili ma con un ranking delle priorità diverso, delle altre coalizioni vincenti. Allora è più credibile un unico programma, già condiviso, del candidato presidente. Quando non è così i cittadini hanno l’idea di coacervi di liste, ognuna con una propria “autonomia”, che stanno insieme solo per cercare di fare numero, un numero possibilmente più grande di quello degli avversari. 3) Per quanto riguarda il miglioramento delle strade, voglio sperare che non abbiate citato a Ruvo guarda caso quelle che la coinvolgono (verso Corato o verso Molfetta) per meri scopi elettoralistici, ma perchè in possesso di un report di indagine del traffico delle strade di tutta la provincia custodito dal presidente uscente nella sua tasca sinistra. Le risorse sono limitate e non tutte le strade possono essere allargate! Non vorrei insomma scoprire un giorno che nel corso dell’ennesima serata con Uccio, Divella si sia impegnato allo stesso modo per la (non so neppure se esiste) Noicattaro-Rutigliano!

  2. Ho commesso un errore: ho su scritto “delle altre coalizioni vincenti” invece di “delle altre liste vincenti”.

  3. Bravo Strippoli, il tuo impegno (rompere in modo indefesso e senza tregua le scatole) a cominciato a sortire i primi effetti. Il Presidente Divella ti ha ascoltato e, finalmente, sulla tratta stradale Ruvo-Bisceglie-Corato ci si è messi all’opera per apportare i necessari interventi di ampliamento.
    Bravo, continua cosi che la gente sa apprezzare ed essere riconoscente.

  4. Il progetto per allargare la strada che dalla Corato-Ruvo porta a Bisceglie è vecchio di almeno 10 anni e ha subìto varie peripezie. A pochi chilometri da Bisceglie, sulla stessa strada, è previsto anche un nuovo casello autostradale. Credo che noi Coratini, a meno che non si preveda un allargamento della Corato-Ruvo (non so se c’è già un progetto in tal senso), rimanga conveniente, anche per andare verso sud, imboccare l’autostrada da via Trani.

  5. Attenzione!
    Ho parlato e continuo a parlare di Corato-Ruvo-Bisceglie e continuerò a parlare, come persona coerente e dei fatti, di Corato-Ruvo-Bisceglie, non di pezzetti!
    C’è chi organizza feste e festicciole (vedi le Papere & Co.) c’è chi come la “PRIMAVERA IN MOVIMENTO” si impegna e mostra fatti concreti andando oltre inpolverate carte e parole.
    Per Corato c’è anche l’impegno pubblico preso per Via Gravina da me e il Presidente Vincenzo DIVELLA.
    Cercavate fatti? Beh, li avete trovati.

  6. Usura: prestiti con interessi alti, arrestato commercialista nel barese
    CronacaB
    ari, 24 nov. – (Adnkronos) – ”Un aiuto economico in qualita’ di amico”. Sono queste le parole con cui un 46enne commercialista di Corato, in provincia di Bari, ha proposto ad un imprenditore in difficolta’ economiche, suo cliente, l’iniziale prestito di una somma iniziale di 15 mila euro per poter risolvere alcune pendenze dell’azienda. In poco piu’ di due anni, a fronte di oltre 60mila euro ceduti alla vittima, ha ricevuto un importo complessivo di oltre 115mila euro con interessi usurai del 78% circa.

    I carabinieri hanno arrestato Cataldo Strippoli, 46 anni, con le accuse di truffa e usura in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale di Trani su richiesta della Procura. Tutto e’ cominciato nell’aprile del 2007, qualche mese dopo l’affidamento della gestione della contabilita’ della sua azienda al suo ragioniere commercialista di fiducia. Con il passare del tempo, le somme restituite dalla vittima relative ad altri prestiti concessi sono diventate sempre piu’ consistenti fino a quando la vittima non e’ riuscita piu’ ad onorare le scadenze pattuite.

    La situazione si e’ protratta per due anni circa finche’ l’imprenditore ha revocato l’incarico al professionista chiedendo aiuto ai carabinieri. Cosi’ sono partite le indagini. Gli investigatori hanno ricostruito le movimentazioni di denaro intercorse tra i due e hanno accertato la corresponsione al commercialista di interessi annui fino al 78% sulle somme di denaro ricevute in prestito. Il professionista, nei due anni di gestione della contabilita’ della ditta, si sarebbe disinteressato di curare l’assetto fiscale dell’azienda, facendo precipitare l’attivita’ imprenditoriale nonostante avesse i requisiti per riprendersi e per rimettersi in carreggiata.

    24/11/2011

    ah… ora ho capito che ci fai a Trani…..

  7. Usura: prestiti con interessi alti, arrestato commercialista nel barese
    CronacaB
    ari, 24 nov. – (Adnkronos) – ”Un aiuto economico in qualita’ di amico”. Sono queste le parole con cui un 46enne commercialista di Corato, in provincia di Bari, ha proposto ad un imprenditore in difficolta’ economiche, suo cliente, l’iniziale prestito di una somma iniziale di 15 mila euro per poter risolvere alcune pendenze dell’azienda. In poco piu’ di due anni, a fronte di oltre 60mila euro ceduti alla vittima, ha ricevuto un importo complessivo di oltre 115mila euro con interessi usurai del 78% circa.

    I carabinieri hanno arrestato Cataldo Strippoli, 46 anni, con le accuse di truffa e usura in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale di Trani su richiesta della Procura. Tutto e’ cominciato nell’aprile del 2007, qualche mese dopo l’affidamento della gestione della contabilita’ della sua azienda al suo ragioniere commercialista di fiducia. Con il passare del tempo, le somme restituite dalla vittima relative ad altri prestiti concessi sono diventate sempre piu’ consistenti fino a quando la vittima non e’ riuscita piu’ ad onorare le scadenze pattuite.

    La situazione si e’ protratta per due anni circa finche’ l’imprenditore ha revocato l’incarico al professionista chiedendo aiuto ai carabinieri. Cosi’ sono partite le indagini. Gli investigatori hanno ricostruito le movimentazioni di denaro intercorse tra i due e hanno accertato la corresponsione al commercialista di interessi annui fino al 78% sulle somme di denaro ricevute in prestito. Il professionista, nei due anni di gestione della contabilita’ della ditta, si sarebbe disinteressato di curare l’assetto fiscale dell’azienda, facendo precipitare l’attivita’ imprenditoriale nonostante avesse i requisiti per riprendersi e per rimettersi in carreggiata.

    24/11/2011

    ah… ora ho capito che ci fai a Trani…..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...